image-671
SIMONEGIORDANOLOGO1

Osteopata professionista OSTEOPRO n.186/2021 | +39 348 83 41 380 | info@simonegiordano.com


facebook
instagram
linkedin
SIMONEGIORDANOLOGO
image-456
image-456

Via Federico Aliprandi,69 

Lissone (MB)
Piazza San Giacomo, 13

Giussano (MB)

Via Federico Aliprandi,69 

Lissone (MB)
Piazza San Giacomo, 13

Giussano (MB)

BLOG

www.simonegiordano.com @ All Right Reserved 2021 

www.simonegiordano.com @ All Right Reserved 2021 


facebook
instagram
linkedin

facebook
instagram
linkedin
cervicale
dorsale

ARGOMENTO:

ARGOMENTO:

DOLORE CERVICALE

DOLORE DORSALE

Sarà capitato a tutti di sentire qualche amico lamentarsi di avere male alla cervicale, ma sappiamo di preciso che tipo di dolore sia e da che cosa sia provocato?!

Per dolore cervicale o ‘cervicalgia’ si intende un dolore che insorge all’altezza delle vertebre cervicali, ossia le sette ossa brevi che compongono il tratto della colonna vertebrale più vicino alla testa e che ne permettono i movimenti.
Questo dolore spesso si irradia alle spalle e talvolta anche alle braccia, rendendo difficoltose anche le attività più basilari.

Quali sono le principali cause?
Il dolore cervicale cronico dipende essenzialmente dall’assunzione di posture scorrette, colpi di freddo o stress.

La variante acuta è invece correlata a traumi cervicali più seri quali: colpi di frusta, ernia cervicale, ipercifosi dorsale, ipercifosi lombare, osteofiti, spondilosi e sport di potenza con sovraccarichi.

Per poter vedere miglioramenti è consigliabile indossare un collare cervicale morbido per tutelare il rachide cervicale; dormire la notte appoggiando il capo su un cuscino ortopedico specifico; assumere e mantenere una postura corretta e ovviamente sottoporsi a sedute di Osteopatia mirate per alleviare il dolore.

 

Di cosa si tratta?
È un sintomo algico riferito alla parte posteriore del torace, nel tratto centrale della schiena o tra le scapole ed è meno frequente del dolore lombare, ma nonostante questo non meno fastidioso e vincolante per chi ne soffre.

 

Quali sono le cause principali?
Nella maggior parte dei casi, la sensazione dolorosa origina dalle strutture muscolo-scheletriche del rachide e dipende da piccole alterazioni a carico di muscoli, legamenti, articolazioni e dischi intervertebrali.
Se il dolore è cronico, molto probabilmente è provocato dal mantenimento prolungato e abituale di posture scorrette, artrosi della colonna dorsale, scoliosi e osteoporosi.

 

Come risolverlo?
La prima cosa da fare in caso di dolore dorsale è evitare di fare sforzi e sarebbe bene rivolgersi ad uno specialista per poter capire le cause che stanno alla base dell’insorgenza del dolore, in modo da poter pianificare il trattamento più adeguato ed efficace.

Nessuno dovrebbe mai convivere con il proprio dolore!

lombalgia
sciatalgia.jpeg

ARGOMENTO:

ARGOMENTO:

SCIATALGIA

DOLORE LOMBARE

Che cos’è?
Si tratta di un dolore che interessa il nervo sciatico, che parte dall’area lombo-sacrale e si dirama attraverso il bacino, fino agli arti inferiori.

 

La sciatalgia colpisce spesso all’improvviso, ad esempio mentre si solleva un peso piegandosi in modo sbagliato e può provocare un dolore latente, lancinante o pungente, esteso dai glutei lungo l’arto inferiore.

Nei casi più gravi, il dolore è accompagnato da intorpidimento, formicolii e debolezza della gamba.

 

La sciatalgia e il dolore connesso si sviluppano a partire dallo schiacciamento del nervo, da un’ernia del disco oppure dalla presenza di uno sperone osseo che provoca l’infiammazione del nervo, la quale può irradiarsi verso solo uno o entrambi i lati.

Spesso si risolve spontaneamente. L’applicazione del ghiaccio nelle prime ore può alleviare il dolore (poi è bene applicare impacchi caldi), ma se il dolore non passa da solo è necessario effettuare una diagnosi che ne individui la causa.

Molti di voi nel corso della loro vita avranno provato a sentire del dolore nella parte inferiore della schiena, che dalle statistiche risulta infatti essere la zona della schiena più soggetta a fastidi.
 

A volte questo tipo di disturbo può diventare talmente fastidioso da impedire ad una persona di effettuare anche i movimenti più banali e può portare a stati di malumore, depressione e ad altre complicazioni.

 

Ma da cosa nasce un dolore di questo tipo?!
Nella maggior parte dei casi è dovuto ad infortuni dei muscoli o dei legamenti della schiena, mentre più raramente può essere il risultato di fratture vertebrali, ernie discali, stenosi vertebrale, sciatalgia, cruralgia, stato di gravidanza, spondilodiscite, ecc.

 

Se il dolore dovesse essere troppo forte e debilitante, se non dovesse diminuire nonostante il riposo o se dovesse insorgere febbre, così come altri sintomi, sarebbe bene contattare uno specialista.

spalla
gomito

ARGOMENTO:

ARGOMENTO:

DOLORE AL GOMITO

DOLORE ALLA SPALLA

Come tutte le articolazioni, anche il gomito può essere soggetto a traumi e tra le più comuni affezioni dolorose ci sono:

 

EPICONDILITE: nota anche come ‘gomito del tennista’, è un’infiammazione che deriva dalla sollecitazione ripetuta dei tendini che consentono ai muscoli di estendere le dita della mano e il polso. Il dolore interessa la parte esterna del gomito e si accentua quando il paziente cerca di afferrare un oggetto con la mano.

 

EPITROCLEITE: o ‘gomito del golfista’, presenta dolore nella parte interna dell’avambraccio e riguarda chi compie movimenti ripetitivi, soprattutto di tipo rotatorio.

 

ARTRITE REUMATOIDE: generalmente il paziente riporta dolore all’avambraccio e formicolio al 4’ e 5’ dito della mano, poichè il nervo ulnare potrebbe essere compreso dalla struttura ossea del gomito.

 

Tra le altre cause ci possono essere l’artrosi, la borsite, l’ernia del disco, la tendinite o la tenosinovite.

Senti dolore alla spalla e non ti passa?!
 

Vediamo insieme perché questo succede!

 

Il dolore alla spalla è un sintomo che varia dal semplice fastidio alla perdita di funzionalità dell’arto superiore e può riguardare un singolo movimento oppure compromettere l’intera attività del braccio.
Inoltre il dolore può originare da una o da entrambe le spalle, a volte irradiandosi lungo tutto l’arco superiore, verso il collo ed il torace.

 

È un sintomo che può risultare da diverse condizioni patologiche e non.
A volte il disturbo è il risultato di un semplice affaticamento; altre volte è la conseguenza di patologie a carico dell’articolazione, dei muscoli, delle strutture o di legamenti, tendini, borse o parti molli circostanti.

Può avere una durata transitoria e quindi risolversi spontaneamente oppure può persistere nel tempo ed in questo caso è sempre meglio consultare un professionista in modo da ottenere una diagnosi precisa.

Rizoartrosicoslartrosidelpolliceecomesicura
Mano

ARGOMENTO:

ARGOMENTO:

ARGOMENTO:

RIZOARTROSI

DOLORE ALLA MANO

DOLORE DI GOMITO

Vi è mai capitato di avvertire dolore ad una mano o ad entrambe le mani?

 

Il dolore alla mano è un sintomo che caratterizza numerose condizioni morbose e può avere varie sedi: le dita, la base delle dita, il palmo, il dorso, il polso.
La sua presenza può avere varie ripercussioni sulla gestualità della mano o delle mani colpite e il dolore può essere acuto, sordo, intermittente, continuo o profondo.

 

Ma quali sono le cause principali ?!

 

la sindrome del tunnel carpale

l’artrite

le cisti tendinee

la sindrome di De Quervain

il cosiddetto dito a scatto

la frattura di un osso della mano

 

Per poter individuare le cause precise di un dolore alla mano, c’è bisogno di un professionista, in modo da pianificare la terapia più adeguata per il paziente.

CHE COS’È?
È la forma più diffusa di artrosi alla mano ed interessa il pollice, provocando un forte dolore al dito e limitandone l’utilizzo, soprattutto per quanto riguarda i movimenti di flessione, estensione ed opposizione alle altre dita. Più nello specifico, si tratta della degenerazione e del conseguente assottigliamento della cartilagine che si trova alla base del pollice, che provoca una frizione tra le ossa stesse e quindi una forte infiammazione.

CAUSE
Spesso non esiste una causa precisa di questa patologia, ma bensì una combinazione di più fattori, tra cui:

L’avanzare dell’età. La rizoartrosi può colpire persone di ogni età; tuttavia è molto più frequente tra gli over 45.

La predisposizione genetica all’artrosi.

RIMEDI
La rizoartrosi va trattata nel momento in cui inizia a diventare sintomatica e quindi a provocare dolore e come primo approccio si può pensare ad un tutore da indossare di notte. Anche dei protocolli osteopatici specifici possono essere molto utili per questa patologia.
Se il dolore non diminuisce può diventare necessario ricorrere ad un intervento chirurgico.

dolore-al-ginocchio-orig.jpeg
hip-pain-1030x360

ARGOMENTO:

ARGOMENTO:

DOLORE AL GINOCCHIO

DOLORE ALL'ANCA

A volte si accusano dei dolori, ma non si comprende bene se questi interessino la schiena oppure l’anca.

Quali sono i sintomi tipici di un problema all’anca?!
Un elemento caratteristico, per esempio, è quando ci si alza dalla sedia.

Se il problema è l’anca ed è di tipo artrosico, il dolore compare all’inizio del movimento. Anche una sofferenza a livello dell’inguine è un segnale tipico, se a questo poi ci si associa una riduzione dell’arco di movimento dell’anca stessa, probabilmente è l’anca la principale responsabile della sintomatologia dolorosa. Spesso, in questi casi, il dolore si irradia fino al ginocchio, lungo la faccia laterale della coscia o verso il pube.

Possiamo affermare che tra le cause principali di questo dolore, ci siano: traumi, lesioni, fratture (in particolare nei soggetti che soffrono di osteoporosi), contratture, lussazioni, artrite infiammatoria, ma anche artrite reumatoide, borsite o tendinite del medio gluteo.

In questi casi la riabilitazione è molto importante perché il movimento nutre l’articolazione. Succede spesso, infatti, che il paziente avverta del dolore all’inizio del movimento, poi svanisce proprio perché il movimento, lubrificando la cartilagine, fa in modo che il dolore scompaia.

l dolore al ginocchio è un sintomo comune, che può interessare persone di entrambi i sessi e di ogni età.

 

Quali sono le principali cause?

 

TRAUMI, tra cui:

distorsione

frattura

lesione del crociato interiore

PATOLOGIE, come:

gonartrosi o gonartrite

sindrome femore-rotulea

tendinopatia rotulea

 

Se il dolore è acuto (insorge violentemente dopo un trauma) va applicato del ghiaccio. Se si tratta invece di dolore cronico come quello artrosico è meglio il calore. In ogni caso solo un professionista, dopo aver trovato la vera causa di quel dolore, potrà consigliare la giusta terapia.

In questi casi la fisioterapia è molto importante per riacquistare la funzionalità della gamba, attraverso un lavoro studiato apposta per guarire il ginocchio.

NEWSLETTER

nsey-benajah-P-0xjCW86Y-unsplash

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutti i servizi professionali e di formazione di Simone Giordano

Come creare un sito web con Flazio